Libri e ricerche - Associazione culturale Salerno | Adorea

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

ATTIVITA'

LIBRI E RICERCHE




Questa sezione del sito dell’Associazione Culturale Adorea  raccoglie alcuni dei contributi che studiosi e appassionati  cultori di storia locale, soci e simpatizzanti  dell’Associazione, hanno pubblicato nei volumi editi da Adorea e che costituiscono voci importanti del Catalogo editoriale dell’Associazione.


Adorea ha sostenuto con forza la pubblicazione del libro della scrittrice Memoli Apicella, che ricostruisce la vita della famosa scienziata salernitana, nell'intento di far conoscere al mondo un personaggio eccezionale, le cui opere circolarono per le città dell'Europa occidentale fin dal sec. XII, suscitando valutazioni e commenti sulla loro autenticità, ma sanando mali fisici e morali con la loro validità. Una vita dedita alla contemplazione della natura fin dalla più tenera età, come fu l'infanzia di tutte le mulieres salernitanae, che crebbero e si formarono nel rigoglioso Hortus Magnus di Salerno, sull'esempio delle loro magistrae, imbevute di una cultura scientifica, in cui convergevano varie tradizioni, greca, latina, ebraica ed araba.

Issuu
: https://issuu.com/adorea/docs/trotula

Video: https://www.youtube.com/watch?v=xicZAqOzcqE&list=PLIjaO3FvFAon_4SFTGZTagZV9yEJWm91A


---------


Il primo Convegno Scientifico che Adorea organizzò nel novembre 2013, d’intesa con l’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della provincia di Salerno, fu dedicato ad una riflessione approfondita sulla fitoterapia, cuore dell’esperienza della Scuola Medica Salernitana, che nel Regimen Sanitatis Salernitanum trovò la sua sintesi poetica e  fu, dal XIII al XVI secolo,  il massimo compendio di medicina, a gloria della tradizione medica di Salerno, faro della cultura medievale per tutta l’Europa.
Il Convegno coinvolse il mondo accademico e degli studiosi  di farmacologia, di botanica, di archivistica, di bibliografia e biblioteconomia, di iconografia e di chimica organica, che con i loro pregevolissimi contributi  misero in luce quanto valido e importante  fosse  il portato di quella tradizione.
Gli atti di quel convegno sono stati raccolti, a cura di Vittoria Bonani, nel prezioso Volume: ERBE, MANOSCRITTI, INCISIONI – Esplorazioni nel mondo del Regimen e della Fitoterapia
,  che viene di seguito pubblicato interamente , per l’alto valore dei suoi contenuti scientifici.

Issuu
: https://issuu.com/adorea/docs/erbe__manoscritti__incisioni._esplo

Video: https://www.youtube.com/watch?v=UXK6aLyZHeQ

---------



Nel 2015 l’Associazione Culturale Adorea ha pubblicato il prezioso volume “Il verde antico e l’ampio Golfo di Salerno, celebrata meta dei viaggiatori europei. Cinquecento - Primo Ottocento", frutto delle ricerche e degli studi di Maria Antonietta Del Grosso e di Vittoria Bonani. Con quest’opera le due autrici hanno tentato di comprendere ciò che per diversi secoli ha reso importante Salerno, di “afferrare” l’anima della città per acquisire consapevolezza del patrimonio culturale, storico, letterario e artistico di questa città di mare, ricca di fontane e di giardini, restituendo il giusto valore al suo passato, dallo scorcio del Quattrocento fino agli inizi dell’Ottocento, con la lettura attenta dell’ampia documentazione offerta dalle cronache, dai diari, dalle lettere e dalle immagini che viaggiatori ed artisti del Grand Tour hanno lasciato su Salerno.

Si pubblicano di seguito alcuni significativi capitoli del Volume.
Seguono i Cap. II di M . Antonietta Del Grosso e Cap. IV di Vittoria Bonani

Issuu: https://issuu.com/adorea/docs/verde_antico
Video
: https://www.youtube.com/watch?v=6REuT79Y7TM&t=760s

---------


Dal Novembre 2014 al maggio 2015 l’associazione Culturale Adorea ha organizzato un ciclo di conferenze su alcuni importanti edifici  monumentali  della città di Salerno, recentemente restaurati.
Il ciclo curato da Vittoria Bonani e da Mariapina Giudice si è avvalso di ampie relazioni di preminenti studiosi dell’arte, dell’architettura e della storia di Salerno, che, nell’Aula Magna del Liceo T. Tasso di Salerno, hanno evocato il grande passato della città e le vestigie da esso lasciate sul suo territorio.
Dalle relazioni  è stato tratto il volume "Testimonianze di Pietra", che ha visto la luce nel 2017 e di cui si pubblicano, di seguito, le pagine introduttive e alcuni saggi.

Issuu
: https://issuu.com/adorea/docs/libro_testimonianze_11_ok

Video: https://www.youtube.com/watch?v=h-zC89tdaQk

---------


Dello stesso autore, Giuseppe Lauriello, emerito cultore della storia della Scuola Medica Salernitana - medico egli stesso - pubblichiamo il saggio che sintetizza le sue ricerche e riflessioni sul più importante e famoso  "genius loci" della città di Salerno.


Issuu
: https://issuu.com/adorea/docs/la_scuola_medica_salernitana_-_prac
Video
: https://www.youtube.com/watch?v=-8B9u0I_HoA

---------

 

La mostra Civitas Sancti Matthei esposta dal tre novembre 2018 al 22 Gennaio 2019 nell’Aula superiore del Complesso di San Pietro a Corte, è stato un evento importante nell’attività dell’Associazione Culturale Adorea, svolto per la prima volta a Salerno, nella città che ospita le reliquie del Santo.
Si  pubblica  di seguito la relazione introduttiva dell’ideatore e curatore della mostra , architetto Renaldo Fasanaro, tratta dal n. 40-41- Anno XX- della rivista  Salternum
, semestrale di informazione storica,culturale e archeologica a cura del Gruppo Archeologico Salernitano


Issuu
: https://issuu.com/adorea/docs/fasanaro2
Video
: https://www.youtube.com/watch?v=d5Pv24JRZ2k&t=22s

---------

Sempre in relazione alla mostra Civitas Sancti Matthei, si pubblica, altresì, un estratto dall’ampia relazione tenuta dall’ emerita esperta di iconografia e iconologia dott.ssa Giuseppina Zappella, con cui  ha illustrato l’evoluzione iconografica del culto di San Matteo e le sue allegorie celebrative, nel corso della serata inaugurale della mostra.


Issuu
: https://issuu.com/adorea/docs/abstract_matteo__1_
Video
: https://www.youtube.com/watch?v=3JVqt4BzOwc

---------


ODOR ROSAE PAESTI

Il 22 maggio 2019 nella Aula Magna del Liceo Classico T. Tasso di Salerno ,ospitata con la consueta cortesia dalla Dirigente Scolastica Prof. ssa Carmela Santarcangelo, si è tenuta la serata conclusiva del premio “ Magna Graecia nel III Millennio” – Risorse, opportunità e Fattori di Sviluppo, organizzato dal LIONS CLUB “ SALERNO DUOMO ”  presieduto da Roberta D’Amato, nell’ambito delle iniziative sociali 2018-2019 assunte dal Distretto 108 del  LIONS  CLUB INTERNATIONAL ,  coordinato da  Paolo Gattola.
Il  Service  in questione, nato da un’intuizione della Past President  prof.ssa  Anna Maria Veneziano  di recente scomparsa, è stato diretto agli alunni dei Licei ed Istituti Superiori di Salerno, per stimolare in essi  la riflessione su temi ambientali e culturali di grande spessore e attualità , nell’età in cui è massimo l’impegno della formazione dei giovani.
Il Comitato organizzatore che ha raccolto ed esaminato le ricerche e le opere dei giovani partecipanti, presieduto dalla Preside Emilia Persiano e formato dalle professoresse Franca Basile, Lia Pepe, Lucia Carbone, Paola Gatto e Roberta D’Amato, ha premiato sei lavori di altrettanti gruppi di alunni dei Licei  T. Tasso, F.Severi, G. Da Procida, Alfano I°, Regina Margherita e dell’Istituto  d’Istruzione Superiore Genovesi- Da Vinci.
Il gruppo del Liceo Classico Torquato Tasso di Salerno, formato dagli alunni della classe IV E: Serena Mazza, Giulia Mele, Marcello Pinto e Stefano Greco,  ha vinto uno dei premi assegnati ,presentando un lavoro di ricerca sui  profumi ottenuti dalle ROSE DI PAESTUM , coltivate dai tempi dei Greci e dei Romani nell’area dei Templi  e da cui già  da allora  erano tratte squisite essenze profumate.
L’elaborato, dal titolo “ODOR ROSAE PAESTI“, ha tratto notevole ispirazione da  uno studio di ADOREA, le cui ricerche si avvalsero dell’opera dell’archeologo Antonio Capano e della dott.ssa Vittoria Bonani,  soci fondatori della  nostra Associazione Culturale, che da Statuto ha per oggetto la ricerca storica, ambientale , artistica ed economico-sociale delle erbe e dei semplici,  della Scuola Medica Salernitana , delle arti e dell’architettura di Salerno e Provincia.
Si  è ritenuto, pertanto,  opportuno pubblicare, ritenendolo strettamente affine agli interessi di ADOREA, questo lavoro di giovani alunni di un Liceo Classico, orientati a  riscoprire e valorizzare le risorse locali che hanno costituito  eccellenze preziose,  riportando in vita, con esperimenti  in laboratori virtuali, pratiche ed esperienze dei tempi classici.

Issuu:  https://issuu.com/adorea/docs/odor_rosae_paesti

---------





La Scuola Medica Salernitana…. e prima?

L’ evento promosso dall’Ordine Dei Medici e degli Odontoiatri della provincia di Salerno e dal suo Centro Studi EUTòPIA  il giorno 28 giugno 2019 nella sede della Fondazione Menna di Salerno è stato assolutamente eccezionale. Il Prof. Mahmud Salem Elsheikh dell’Università di Firenze, insigne filologo della scuola di Gianfranco Contini in quell’Università, ha tenuto una Lectio Magistralis  su uno dei più importanti esponenti della medicina islamica,   Abu Bakr Muhammad ibn Zakariya al Razi , medico persiano operante a Bagdad tra l’865 e il 925 d.C. autore  del Liber medicinalis Almansoris
,testo fondamentale fra quelli arabi che ri-tradussero, e salvarono dall’oblio dei secoli bui dell’Occidente cristiano, i grandi testi di medicina e scientifici di Aristotele, Ippocrate e Galeno, riconsegnandoli alla nostra conoscenza.
Il prof. Elsheikh, da fine filologo, ha curato l’edizione critica del volgarizzamento Laurenziano del Liber
confrontato con la tradizione manoscritta araba e latina.
Hanno presentato la figura e l’opera dell’ospite il dott. Giovanni D’Angelo, Presidente dell’Ordine dei Medici di Salerno , il dott. Bruno Ravera,  Presidente del Centro Studi Eutòpia
e la Prof.ssa  Paola Capone, Segretaria Generale dello stesso Centro Studi. Ha poi introdotto il tema il dott. Giuseppe Lauriello, celebre studioso e divulgatore della storia della Scuola Medica Salernitana, socio fondatore di ADOREA e di EUTOPIA, del quale riportiamo di seguito la relazione.

Issuu:  https://issuu.com/adorea/docs/meidicina_araba

---------

 

La sonata a Kreutzer

Le riflessioni profonde e acute sul dramma della gelosia contenute nella novella di Tolstoj  "Sonata a Kreutzer " sono l’oggetto dell’articolo che segue, in cui Giuseppe Lauriello  legge motivi di attualità nel continuo  ed esecrabile ripetersi di  episodi di violenza sulle donne.


Issuu: https://issuu.com/adorea/docs/sonata


 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu